PRECAST Design » La risoluzione delle interferenze tra cantieri Metro 5 ed il progetto Citylife mediante Travi PREM
La risoluzione delle interferenze tra cantieri Metro 5 ed il progetto Citylife mediante Travi PREM
Paolo Galvanin
Andrea Socci
Livio Izzo
Emanuele Scalvini

Memoria tratta dagli Atti del 19 Congresso CTE, Bologna 8-10 novembre 2012

Il tracciato della nuova Linea 5 della metropolitana di Milano, nel quartiere storico della Fiera Campionaria, è stato organizzato al fine di collocare la stazione Tre Torri in una posizione centrale tra i grattacieli progettati dagli architetti Isozaki, Hadid e Libeskind e costruito da CityLife.
Per coordinare la Linea 5 con le opere di CityLife e consentire la loro integrazione, assicurando la giusta sequenza delle fasi costruttive è stato necessario uno sviluppo estremamente dettagliato del progetto strutturale.
Il seguente articolo illustra il contesto dell’intervento, descrive la serie di opere disposte per conseguire gli obiettivi di cui sopra; vengono poi descritti i criteri di progettazione e le scelte di progetto.
Nel testo infine si evidenziano le soluzioni sviluppate per realizzare le travi PREM autoportanti con lunghezza superiore a 24 m e nella parte finale, viene effettuata l'analisi dei dati tecnici e di costruzione.


 

Planimetria P.I.I CityLife e ubicazione della stazione Tre Torri

INTRODUZIONE
Il Piano Integrato di Intervento realizzato da CityLife a Milano, nelle aree un tempo sede della Fiera Campionaria, prevede che il nuovo polo urbano sia collegato alla città attraverso una serie di infrastrutture tra cui la Linea 5 della metropolitana, attualmente in costruzione.
Pertanto, si è reso necessario configurare il tracciato della Linea 5 ubicando la stazione denominata Tre Torri in posizione baricentrica rispetto ai grattacieli progettati dagli architetti Isozaki, Hadid e Libeskind.
Al fine di integrare i vari progetti, risolvere le interferenze con la metropolitana e svincolare dal punto di vista tecnico, temporale e operativo gli interventi pubblici da quelli privati, CityLife ha realizzato alcune opere strutturali e di consolidamento propedeutiche all’inserimento della stazione Tre Torri all’interno del nuovo quartiere polifunzionale.
Il progetto sviluppato da CityLife prevede la costruzione, attorno alle tre torri, di una struttura multipiano, in parte interrata, all’interno della quale si situano, in una sorta di continuum, il tracciato e la nuova stazione Tre Torri con le relative pertinenze.
La Linea 5 di Milano - prima linea completamente automatizzata (driverless) della città - rappresenta un valore aggiunto nel contesto del progetto di riqualificazione della Fiera: una volta completata, infatti, l’infrastruttura rappresenterà un cruciale vettore di trasporto, connettendo i comuni di Milano, Sesto S. Giovanni, Cinisello e Monza. Il progetto ad ora approvato (Figura 1) si compone di due tratte funzionali: da Bignami a Garibaldi e da Garibaldi a San Siro. La tratta funzionale Garibaldi - San Siro, in fase di costruzione, si sviluppa a nord-ovest del centro storico di Milano. La tratta è lunga circa 6 km e prevede 10 stazioni, proprio per offrire accessibilità diretta a zone di notevole rilevanza per la città, in particolare il Cimitero Monumentale, lo stadio Meazza e - appunto - il nuovo quartiere Fiera Milano, realizzato da CityLife.
Coordinare le opere CityLife e le opere della nuova Linea 5 ha richiesto notevole impegno nella fase di stesura del progetto, poiché l’area della ex-fiera Campionaria di Milano si trova in posizione baricentrica rispetto alla ubicazione dei cantieri necessari per lo scavo delle gallerie della metropolitana. Per rispettare il vincolo di apertura della Linea in occasione della inaugurazione dell’Expo 2015, è stata definita una strategia di scavo delle gallerie che prevede l’impiego contemporaneo di 4 TBM, 2 delle quali da introdurre a San Siro e 2 da introdurre a Monumentale; le 4 TBM saranno estratte in corrispondenza delle aree della ex fiera.
In sede progettuale, quindi, CityLife ha dovuto considerare non solo le esigenze strutturali e funzionali, ma anche la articolata logistica dei diversi cantieri attivi, con l’obiettivo di evitare interferenze nel programma dei lavori delle opere del P.I.I. e di quello dei lavori per la linea metropolitana.
Per gestire le interferenze tra P.I.I CityLife e Linea 5 sono state elaborate soluzioni “ad hoc” disciplinandole mediante accordi programmatici di ragguardevole complessità progettuale ed amministrativa.
 

 

Inserimento della stazione Tre Torri nella “piastra” CityLife

Panoramica cantiere P.I.I CityLife: in basso il pozzo “Parco” di estrazione TBM e a seguire i lotti 4,5,6, 7 e 8. La stazione Tre Torri è al centro della foto, con copertura più alta a quota 122 m s.l.m; a destra la fondazione della Torre Isozaki e sullo sfondo le piste di accesso al cantiere

Articolo letto: 2768 volte